Radiosound24

Radio Sound 24

Traccia corrente

Titolo

Artista


Risultati Serie A: il Milan corre, il Napoli lo insegue. L’Inter perde punti, la Juventus si avvicina

Scritto da il 21 Marzo 2022

Pubblicato il: 21 Marzo 2022 alle 5:54 pm

La Fiorentina  ferma l’Inter che attende lo scontro diretto con la Juventus per il terzo posto. Derby romano trionfo della Roma

Il Posticipo della domenica e tutti i risultati delle partite di Serie A

Bologna 0 – Atalanta 1

Si è conclusa oggi la 30esima giornata di questa Serie A con Bologna-Atalanta, l’ultima partita prima della sosta nazionali, con l’Italia che affronterà la Macedonia il prossimo 24 marzo. Al Renato Dall’Ara la squadra allenata da Sinisa Mihajlovic ospita i bergamaschi di Gian Piero Gasperini.

L’avvio di partita risulta lento, ma nonostante ciò l’Atalanta riesce comunque a costruire qualche occasione colpendo un palo c0n Scalvini al 31’, al quale risponde Orsolini che trova invece un ottimo Musso a dirgli di no. Nel secondo tempo i rossoblu giocano meglio, ma a sbloccare la gara è l’Atalanta che lo fa con il suo classe 2003, Moustapha Cissè, che di sinistro riesce a battere Skorupski.

Poco prima del termine la squadra di Gasp riesce a trovare anche il raddoppio, annullato però per fuorigioco e dunque partita che termina per 0-1. Con questi tre punti conquistati i bergamaschi rispondono alla Roma ritrovano la quinta posizione.

Di seguito tutti i risultati della Serie A.

Le partite giocate domenica 20 marzo

Venezia 0 – Sampdoria 2

Nel lunch match domenicale vediamo Venezia-Sampdoria, una gara importante per entrambe le squadre nella lotta salvezza. La squadra di casa parte bene, si può vedere un buon gioco iniziale seppur non trovando il goal, ma paga molto i propri sbagli, che la Samp riesce a sfruttare, in particolar modo Caputo che trova la rete del vantaggio dopo un clamoroso errore di Maenpaa al 24’.

Il Venezia risente del gol subito e affonda con l’ennesimo errore in fase di costruzione, stavolta con Fiordilino al 39’, e Caputo ringrazia nuovamente firmando la sua doppietta personale. Nel secondo tempo entrambi gli allenatori decidono di fare diversi cambi, ma senza cambiare le sorti del match. Al triplice fischio dell’arbitro la Sampdoria si ritrova in 15’ posizione, scavalcando lo Spezia, mentre il Venezia si ritrova agganciato dal Genoa.

Juventus 2 -Salernitana 0

Domenica alle ore 15 si è giocato Juventus-Salernitana, con i bianconeri molto motivati dalla possibilità di andare direttamente a -1 dall’Inter in vista dello scontro diretto. Basta un tempo alla squadra allenata da Max Allegri per assicurarsi i tre punti, il match si sblocca al 5’ con un ispirato Dybala e a raddoppiare ci pensa poi Vlahovic al 29’. La Salernitana non risulta quasi mai veramente pericolosa solo in un’occasione nel secondo tempo con Bonazzoli che però trova i guantoni di Szczesny. La gara finisce quindi 2-0 per la Juventus che è riuscita a riprendersi dopo il durissimo ko in champions.

Empoli 1 – Verona 1

In concomitanza con Juventus-Salernitana, si è giocata anche la partita  Empoli-Verona. Al Castellani, toscani in vantaggio al 26′ grazie a Di Francesco, che insacca da pochi passi su assist di Pinamonti. Nella ripresa, però, l’Hellas pareggia grazie a Cancellieri, che al 72′ trova uno splendido sinistro a giro che fulmina Vicario, rimediando così al rigore fallito da Simeone. Andreazzoli si porta a 33 punti in classifica, mentre Tudor sale a quota 42.

Roma 3 – Lazio 0

Domenica sera infuocata alle 18 da un super derby della capitale Roma-Lazio, gara accesa anche da qualche dichiarazione di Mourinho di qualche giorno fa e sfida valevole per il quinto posto in attesa che giochi l’Atalanta. Il match si sblocca dopo meno di 1 minuto dall’inizio dell’incontro con la Roma che passa in vantaggio con Abraham, lo stesso giocatore che firma anche il raddoppio al 22’. Gara spettacolare per i giallorossi che riescono persino a trovare il goal del 3-0 grazie ad una pennellata del solito Pellegrini su punizione. La Roma vince umiliando così gli avversari e vendicandosi per la sconfitta dell’andata, per Mourinho si tratta del nono risultato di fila. Lo stesso allenatore ha poco dopo ironizzato la vittoria con una sua foto con scritto «Quando sai di aver vinto prima ancora del match. La foto nel bus è davvero molto simile a quella scattata nello spogliatoio»

 

Il Posticipo del sabato sera

Cagliari 0 – Milan 1

Cagliari-Milan, il posticipo  chiude i riusltati della serie a pe rla giornata di sabato.  I rossoneri hanno visto poco prima i cugini dell’Inter pareggiare e dunque la possibilità di allungare ancora la distanza che li separa. Anche questa volta la squadra di Pioli vince  “di corto muso” e recupera la prima posizione, persa solo per poche ore dal Napoli vittorioso contro l’Udinese.

Alla Sardegna Arena è il Milan a fare la partita e dopo aver sprecato due occasioni con Giroud e Diaz e colpito un palo con Kessie nel primo tempo, al 59′ riesce a sbloccare il risultato con un sinistro al volo di Bennacer. Al 90’ incredibile occasione per il Cagliari con Pavoletti che prende la traversa e “risparmia” il Milan che ritrova il primo posto.

Non mancano le polemiche per qualche decisione dubbia, con l’allenatore del Cagliari, Walter Mazzarri, che a fine gara recrimina un rigore mancato «Si vede dalle immagini che il portiere prende la testa di Lovato, è stato soccorso. Maignan ha sbagliato l’intervento, in questi casi è rigore. Se non si da va bene così. Avrei voluto vedere se fosse stato il contrario, si sarebbe sarebbe rivista al Var. Il regolamento dice che quando uno in area non prende la palla e dà un colpo all’avversario è rigore, se a noi non lo danno e agli altri si… Lovato sembra un pugile che prende il cazzotto».

 

La partite di sabato 19 marzo

Napoli 2 – Udinese 1

Questo turno è riuscito a regalare tre giorni di gran calcio, in special modo il sabato nel quale sono state proposte tre partite, tutte riguardanti le prime squadre in classifica. Ad aprire le danze è il Napoli che nel proprio stadio affronta l’Udinese. Nel primo tempo sono gli ospiti a partire forte trovando anche il goal del momentaneo 0-1 con Deulofeu. Il Napoli prova sin da subito a rispondere cercando il goal con Fabian Ruiz, ma non trovandolo.

Nella ripresa i partenopei partono forte con Osimhen agguerritissimo, al 52’ minuto è proprio il nigeriano a trovare il goal del pareggio con un colpo di testa sull’assist di Mario Rui che finisce alle spalle di Silvestri che fino a qui aveva dato una prova super di ciò che è in grado di fare. Dopo circa dieci minuti è ancora il numero 9 a lasciare il proprio marchio con un tap-in su discesa di Di Lorenzo.

Al 70’ riesce a trovare anche il goal della tripletta, annullata però per fuorigioco. All’83’ con l’espulsione di Pablo Marì stronca le speranze dell’Udinese che viene sconfitto per 2-1 con i Partenopei che si sono ritrovati momentaneamente primi in classifica, prima della vittoria del Milan.

Inter 1 – Fiuorentina 1

Poche ore dopo scende in campo l’Inter che affronta la Fiorentina. Nel primo tempo la partita risulta abbastanza equilibrata con qualche occasione da entrambe le parti, però nessuna delle due squadre riesce a trovare il goal. Nella ripresa l’Inter parte a mille con una doppia occasione prima con Vidal e poi con Barella ma prima un super Terracciano e poi la mira imprecisa dell’azzurro non permettono ai padroni di casa di sbloccare la gara.

Al 50’ sono invece i viola a trovare il goal dell’1-0 grazie a Torreira, bravissimo nell’anticipare Barella e nel trovare il tocco vincente su un cross perfetto di Nico Gonzalez. Nonostante il goal subito, i nerazzurri ci riprovano e poco dopo trovano il pari con Dumfries, straordinario nel decollare sopra Biraghi e infilare di testa il gol dell’1-1 su cross di Perisic.

La gara termina così per 1-1con l’Inter che non riesce a riprendersi dal momento no e ora si ritrova con un solo punto in più dalla Juventus, in attesa dello scontro diretto all’Alianz Stadium il prossimo 3 aprile.

 

I match di Venerdì 18 Marzo

Genoa 1 – Torino 0

Ma le emozioni le si vedono anche in chiave salvezza con la prima (aggiungo clamorosa) vittoria del Genoa di Blessin dopo sette pareggi consecutivi. Allo stadio Luigi Ferraris il Genoa alla ricerca di tre punti fondamentali, ospita il Torino di Juric. Dopo soli 14 minuti sono i padroni di casa a passare in vantaggio grazie al goal di Portanova che sfrutta l’errore di Berisha e l’indecisione di Izzo, segnando di destro a porta vuota.

Al 24’ l’arbitro Mariani squalifica Ostigard per un episodio molto discusso, con il VAR che non può intervenire dato che si tratta di secondo giallo, ma nonostante la differenza numerica il Genoa grazie ad una partita di sacrificio riesce a portare a casa i tre punti contro il Torino che la scorsa settimana era riuscito a strappare un pareggio contro l’Inter.

Sassuolo 4 -Spezia 1

Nel primo tempo tempo sono i padroni di casa a passare il vantaggio grazie alla trasformazione dal dischetto di Domenico Berardi, ma dopo circa venti minuti la squadra allenata da Thiago Motta pareggia con la rete di Verde. Nella ripresa il Sassuolo parte forte, in particolar modo Berardi che firma la propria doppietta dopo soli tre minuti del secondo tempo, trovando così il suo 100esimo goal in Serie A. A fine gara lo Spezia sembra non crederci più, subendo poi anche i goal di Ayhan e Scamacca per il 4-1 definitivo.

Tutti i riultati e la classifica della serie A

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta